Please publish modules in offcanvas position.

sp-section-2

sp-page-title

sp-section-5

sp-main-body

Via libera del Comitato di Gestione al rilascio delle concessioni demaniali relative al comparto per la nautica da diporto ex Mondo Marine di Savona e al pool di imprese per le aree ex Piaggio a Sestri Ponente In evidenza

Aree ex Piaggio a Sestri Ponente
Nell’area di Valloria ad insediarsi sarà la Palumbo Superyacht Savona srl; a Genova il raggruppamento di imprese Phase Motion Control S.p.A., Cosmet S.n.c., Cosnav Costruzioni Navali S.r.l., Eurocontrol S.p.A.
Genova, 15 novembre 2018 - Il Comitato di Gestione, nella seduta odierna, ha deliberato l’assegnazione della concessione demaniale al gruppo di imprese composto da Phase Motion Control S.p.A., Cosmet S.n.c., Cosnav Costruzioni Navali S.r.l., Eurocontrol S.p.A.

Terminata positivamente l’istruttoria relativa all’istanza congiunta di concessione demaniale presentata dalle quattro società e relativa al compendio demaniale marittimo denominato “ex Piaggio” a Genova – Sestri Ponente, il raggruppamento di imprese con Phase capofila, otterrà l’area per la durata di venticinque anni. Nel corso del 2017, l’impegno concreto e coordinato di Autorità di Sistema Portuale, Comune di Genova e Regione Liguria aveva portato alla sottoscrizione dell’Accordo di Pianificazione, passaggio necessario per consentire ai concessionari di realizzare un progetto comune, “Marina Science Park”, volto alla creazione di un “polo tecnologico” della meccatronica avente vocazione di eccellenza a livello nazionale e all’avanguardia anche dal punto di vista delle soluzioni previste in termini di architettura industriale.

L’area ha un’estensione complessiva pari a circa mq. 42.000 sui quali insistono 4 capannoni industriali e 3 palazzine per uffici. A Cosmet spetteranno 5.405 mq; a Cosnav Costruzioni Navali 2.642 mq; a Eurocontrol 4.251 mq; infine a Phase Motion Control 22.201 mq mentre le aree comuni saranno di 7.300 mq.

In termini economici complessivi, la proposta imprenditoriale prevede investimenti privati pari a quasi 120 milioni di euro, con una stima di crescita della forza lavoro pari a +122 unità nel primo biennio di concessione, con stime a salire sino a +458 unità nel lungo periodo, attestandosi a circa 630 unità occupate a regime.

L’obiettivo principale e il particolare valore aggiunto del progetto “Marina Science Park” risiedono sostanzialmente nelle potenzialità sinergiche e nelle opportunità tecnologiche e commerciali offerte dalla presenza nella medesima area produttiva di aziende omogenee, in termini di filiera complessivamente intesa, il cui tema centrale è rappresentato dal controllo del movimento e automazione fisica, variamente sviluppato e declinato tra le quattro società in ragione delle rispettive competenze e degli ambiti di specificità tecnologica, comprendente inoltre stretti rapporti con l’Università di Genova e confronti con le istituzioni scolastiche e universitarie a livello internazionale.

Il Comitato di gestione ha deliberato anche il rilascio della concessione demaniale (durata ventennale) relativa al comparto della nautica da diporto ex Mondo Marine di Savona. Al termine di una procedura comparativa sulle tre istanze pervenute (Palumbo Superyacht Savona, Rodriguez Yacht Italy srl e Monaco Marine Italia srl) l’area di regione Valloria e lo specchio acqueo di pertinenza sono quindi state assegnate per le attività di cantieristica alla Palumbo Superyacht Savona.

La riunione odierna del Comitato di Gestione ha visto anche l’ingresso nel board del savonese Alessandro Berta, direttore dell’Unione Industriali di Savona, in rappresentanza del Comune di Savona.  Berta ha preso il posto del dimissionario Rino Canavese.

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.