Please publish modules in offcanvas position.

sp-section-2

sp-page-title

sp-section-5

sp-main-body

Nuova diga foranea del Porto di Genova

Palazzo San Giorgio
Sette gruppi hanno risposto alla gara per a progettazione. A breve la verifica di ammissibilità dei raggruppamenti di impresa
Genova, 15 gennaio 2019 - E’ scaduto ieri il termine per la presentazione delle offerte per la partecipazione alla gara per la progettazione della nuova diga foranea del porto di Genova. Sette sono le offerte pervenute a Invitalia, centrale di committenza incaricata dall’Autorità di Sistema Portuale in base ad una convenzione firmata ad aprile 2018. Si tratta di sette raggruppamenti composti da studi di progettazione e da società di ingegneria sia italiane che europee, a dimostrazione del reale interesse per un’opera di grande valenza internazionale dal punto di vista tecnico-progettuale ed economico. Si apre, quindi, la fase di verifica della correttezza amministrativa delle offerte, di cui si prevede l’ultimazione in 30 giorni .
A seguire verrà nominata la commissione per la valutazione delle proposte tecniche formulate dai soggetti ammessi a questa seconda fase.
La gara, si ricorda, ha come oggetto l’elaborazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica della nuova diga foranea, un’opera il cui costo è stimato in circa 800 milioni di euro e che darà un più ampio respiro al porto storico di Sampierdarena, che oggi presenta una limitatezza degli specchi acquei per le manovre di ormeggio e transito delle mega ships a causa della collocazione dell’attuale protezione foranea.

Linkedin

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.