L’uso dell’LNG nei porti, tra innovazione e responsabilità

Costa Crociere ha promosso l’incontro pubblico dal titolo “L’uso dell’LNG nei porti, tra innovazione e responsabilità” che si è tenuto oggi, giovedì 23 gennaio 2020, alla Fortezza del Priamar di Savona

Un momento di approfondimento per informare correttamente gli attori del territorio e la cittadinanza sulle politiche green intraprese dalle compagnie che operano nei porti e sugli strumenti innovativi posti in essere per rendere le attività portuali sostenibili.

Il focus è stato posto sull’LNG - o GNL, Gas Naturale Liquefatto - un carburante di ultima generazione che permette di ridurre del 26% le emissioni dirette di CO2 e che è stato virtuosamente adottato già nel 2019 da quasi 200 navi operanti nei porti del sistema del Mar Ligure Occidentale.

Il Presidente Signorini, intervenuto al dibattito insieme a Ilaria Caprioglio Sindaco di Savona, Neil Palomba Direttore generale Costa Crociere e un panel di esperti, ha evidenziato l’eccezionalità del porto di Savona, unico nel Mediterraneo ad avere in pochi km di litorale sia un terminal full-container tra i più avanzati in Europa e che traguarda 900 mila TEUs, che il Palacrociere homeport di Costa Crociere.

Ha inoltre sottolineato che i principali gruppi crocieristici sono consapevoli che le navi in porto non devono inquinare e sono quindi attivamente ingaggiati nella sostenibilità ambientale.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin