45 secondi di lettura
GENOA BLUE AGREEMENT, accordo per navi più "pulite" - Obiettivo minor impatto ambientale negli scali di Genova e Savona, Le compagnie crocieristiche firmano il patto con la Capitaneria di porto di Genova per ridurre l'impatto delle navi passeggeri sull'ambiente negli scali di Genova e Savona. Con il "Genoa Blue Agreement" Costa, Msc, Royal Caribbean, Disney cruise line, Majestic cruises, ma anche Fred Olsen e la compagnia Entmv Algerie ferries nel settore traghetti, e Rimorchiatori riuniti del porto di Genova si impegnano a utilizzare sulle proprie navi gasolio con tenore di zolfo non superiore allo 0,10% anche nelle fasi di entrata e uscita dal porto, per 3 miglia, e non solo 2 ore dopo l'ormeggio come già previsto dalle norme. Un passo volontario verso la sostenibilità. L'accordo, valido fino al 2020, prevede anche che le navi effettuino almeno mensilmente, il monitoraggio delle emissioni di anidride carbonica durante i viaggi che hanno preceduto l'arrivo nei due scali liguri. Rimorchiatori riuniti oltre al protocollo prevede per i propri mezzi in sosta in banchina anche il collegamento all'energia elettrica.   Clcca per ascoltare il contenuto della pagina GENOA BLUE AGREEMENT, accordo per navi più pulite - Obiettivo minor impatto ambientale negli scali di Genova e Savona, Le compagnie crocieristiche firmano il patto con la Capitaneria di porto di Genova per ridurre limpatto delle navi passeggeri sullambiente negli scali di Genova e Savona. Con il Genoa Blue Agreement Costa, Msc, Royal Caribbean, Disney cruise line, Majestic cruises, ma anche Fred Olsen e la compagnia Entmv Algerie ferries nel settore traghetti, e Rimorchiatori riuniti del porto di Genova si impegnano a utilizzare sulle proprie navi gasolio con tenore di zolfo non superiore allo 0,10% anche nelle fasi di entrata e uscita dal porto, per 3 miglia, e non solo 2 ore dopo lormeggio come già previsto dalle norme. Un passo volontario verso la sostenibilità. Laccordo, valido fino al 2020, prevede anche che le navi effettuino almeno mensilmente, il monitoraggio delle emissioni di anidride carbonica durante i viaggi che hanno preceduto larrivo nei due scali liguri. Rimorchiatori riuniti oltre al protocollo prevede per i propri mezzi in sosta in banchina anche il collegamento allenergia elettrica. Powered By GSpeech

GENOA BLUE AGREEMENT, accordo per navi più "pulite" - Obiettivo minor impatto ambientale negli scali di Genova e Savona

GENOA BLUE AGREEMENT, accordo per navi più

Le compagnie crocieristiche firmano il patto con la Capitaneria di porto di Genova per ridurre l'impatto delle navi passeggeri sull'ambiente negli scali di Genova e Savona.

Con il "Genoa Blue Agreement" Costa, Msc, Royal Caribbean, Disney cruise line, Majestic cruises, ma anche Fred Olsen e la compagnia Entmv Algerie ferries nel settore traghetti, e Rimorchiatori riuniti del porto di Genova si impegnano a utilizzare sulle proprie navi gasolio con tenore di zolfo non superiore allo 0,10% anche nelle fasi di entrata e uscita dal porto, per 3 miglia, e non solo 2 ore dopo l'ormeggio come già previsto dalle norme.

Un passo volontario verso la sostenibilità. L'accordo, valido fino al 2020, prevede anche che le navi effettuino almeno mensilmente, il monitoraggio delle emissioni di anidride carbonica durante i viaggi che hanno preceduto l'arrivo nei due scali liguri. Rimorchiatori riuniti oltre al protocollo prevede per i propri mezzi in sosta in banchina anche il collegamento all'energia elettrica.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin