Potenziamento parco ferroviario Vado, avviati i lavori

Sono stati avviati i lavori per l’ampliamento e potenziamento del parco ferroviario a servizio del porto di Vado Ligure. 

Attualmente le operazioni di carico e scarico dei treni con origine e destinazione i terminal di Vado vengono effettuate a Parco Sud e a Parco Nord, ma le dimensioni ridotte di quest’ultimo non consentono il passaggio di un treno da 750 m a standard europeo. Tale limite impone la necessità di “spezzare” il carico in due convogli, sia in ingresso che in uscita, dilatando i tempi di esecuzione. La nuova configurazione risolve questi problemi rendendo più veloce ed efficiente la movimentazione dei container. 

Il nuovo parco, collocato in prossimità del terminal Vado Gateway, sarà dotato di gru transtainer e di nuovi binari che consentiranno di ottimizzare al massimo l’operatività e di incrementare il trasporto ferroviario che a Vado Ligure già si assesta intorno al 40% del traffico totale. 

Il progetto prevede inoltre la riconfigurazione della viabilità interna portuale. Per lasciare spazio all’ampliamento del parco ferroviario la strada verrà spostata verso monte.

Il trasporto ferroviario è fondamentale per assicurare la movimentazione del traffico portuale in modo efficiente e sostenibile. A Vado Ligure gli interventi propedeutici alla realizzazione del nuovo parco ferroviario sono iniziati nel 2016 grazie al progetto Vamp Up che, tramite un finanziamento dell’Unione Europea, ha permesso di realizzare le rampe di collegamento tra il Terminal Vado Gateway e il nuovo parco ferroviario, i primi tre binari e ha consentito di dotare l’infrastruttura in un sistema di telecamere che permettono di scannerizzare i container in transito nel porto di Vado.  

Tag: