Operazioni servizi portuali Genova e Pra’

AUTORIZZAZIONI EX ART.16 OPERAZIONI E SERVIZI PORTUALI AI SENSI DELLA LEGGE 84 DEL 28 GENNAIO 1994

OPERAZIONI E SERVIZI PORTUALI

Per lo svolgimento delle operazioni portuali e dei servizi portuali di cui all’art. 16 della legge L. 84/94 è necessario essere muniti di preventiva autorizzazione da rilasciarsi a cura dell’Ente. L’attività in argomento è disciplinata, in via generale, dal  Decreto Ministeriale del 31 marzo 1995, n° 585 (pdf - 43.42 Kb ).

OPERAZIONI PORTUALI

Per ottenere il rilascio dell’autorizzazione allo svolgimento delle operazioni portuali, di cui all’art. 16 della legge 84/94, l’Impresa richiedente dovrà produrre Istanza in carta legale e dimostrare il possesso dei requisiti di cui al D.M. 585 del 31 marzo 1995.

Sono Operazioni portuali il carico, lo scarico, il trasbordo, il deposito, il movimento in genere delle merci e di ogni altro materiale, svolti nell’ambito portuale.

Si elenca di seguito la documentazione necessaria, per presentare istanza:

Rilascio

-Istanza (doc - 36.5 Kb ) su carta intestata della Società con apposta marca da bollo di € 16,00;

-Autocertificazione societaria (doc - 61.5 Kb ) su carta intestata della società, data timbrata e sottoscritta dal legale rappresentante corredata da documento di identità;

-Modello operazioni portuali (pdf - 280.12 Kb );

-Dichiarazione antimafia  (pdf - 212.27 Kb ) (D.P.R. n.445 del 28.12.2000) rilasciata dai soggetti obbligati corredata da copia dei documenti d’identità dei sottoscrittori;

-Dichiarazione sostitutiva di certificazioni (doc - 28.5 Kb ) debitamente compilate riguardanti carichi pendenti, casellario giudiziale da parte di tutti i soggetti aventi cariche societarie e comparenti in Camera di Commercio accompagnate dal documento di identità del dichiarante;

- Capacità organizzativa idonea ad acquisire innovazioni tecnologiche e metodologiche operative nuove per una migliore efficienza e qualità dei servizi;

- Capacità finanziaria attestata dalla presentazione dei bilanci relativi al biennio precedente;

- Tariffario per l’anno cui si riferisce la richiesta di rilascio dell’autorizzazione;

- Presentazione di un programma operativo non inferiore ad un anno con un piano di investimenti, eventualmente suddiviso per settori, di costi presumibili e di prospettive di traffici;

- Presentazione di un contratto assicurativo che garantisca persone e cose da eventuali danni derivanti dall’espletamento delle operazioni portuali per le quali è stata richiesta l’autorizzazione (massimale non inferiore a euro 2.600.000, rivalutato annualmente secondo gli indici ISTAT);

- Organigramma dei dipendenti, comprensivo dei quadri dirigenziali, necessario all’espletamento delle attività programmate;

- Elenco dei mezzi necessari allo svolgimento delle attività programmate, in proprietà, in leasing o in locazione per un periodo non inferiore ad un anno e relative polizze assicurative, targa e/o matricola ed eventuale numero identificativo aziendale.
Qualsiasi variazione inerente al parco mezzi operativi deve essere comunicata all’Autorità di Sistema che si riserva valutazioni in ordine alla presente autorizzazione.

- Atto costitutivo e statuto societario, depositati presso la Cancelleria Commerciale del competente Tribunale Civile, in copia autentica. Per le imprese costituite in forma cooperativistica, oltre alla documentazione sin qui indicata, iscrizione nel registro Prefettizio delle Cooperative ovvero nello Schedario Generale delle Cooperative. (art. 7, comma 2, lettera b punto 2 del Regolamento di cui all’oggetto).

- La Società è tenuta a versare una cauzione a garanzia degli obblighi assunti in dipendenza dell’autorizzazione allo svolgimento dei seguenti operazioni portuali, ex art.16 L84/94.  Clausole obbligatorie Polizza Fidejussoria (doc - 38.5 Kb ).

-Modello I (pdf - 691.03 Kb ) - Scheda di iscrizione al corso formativo sui rischi connessi al lavoro in Porto per ogni lavoratore interessato alle operazioni;

-Modello informativa sulla privacy (pdf - 123.7 Kb ) compilato da ogni dipendente di cui sopra unitamente al documento di identità;
Qualsiasi variazione inerente al personale operativo deve essere comunicata all’Autorità di Sistema che si riserva valutazioni in ordine alla presente autorizzazione.

Le istanze istruite dai competenti uffici, sono sottoposte al Comitato di Gestione secondo le disposizioni di cui agli articoli 8 e 9 della legge 84/94.

Rinnovo

-Istanza (doc - 35.5 Kb ) su carta intestata della Società con apposta marca da bollo di € 16,00;

-Autocertificazione societaria (doc - 61.5 Kb ) su carta intestata della società, data timbrata e sottoscritta dal legale rappresentante corredata da documento di identità;

-Modello operazioni portuali (pdf - 280.12 Kb );

-Dichiarazione antimafia (pdf - 212.27 Kb ) (D.P.R. n.445 del 28.12.2000) rilasciata dai soggetti obbligati corredata da copia dei documenti d’identità dei sottoscrittori;

-Dichiarazione sostitutiva di certificazioni  (doc - 28.5 Kb ) debitamente compilate riguardanti carichi pendenti, casellario giudiziale da parte di tutti i soggetti aventi cariche societarie e comparenti in Camera di Commercio accompagnate dal documento di identità del dichiarante;

- Capacità organizzativa idonea ad acquisire innovazioni tecnologiche e metodologiche operative nuove per una migliore efficienza e qualità dei servizi;

- Capacità finanziaria attestata dalla presentazione dei bilanci relativi al biennio precedente;

- Tariffario per l’anno cui si riferisce la richiesta di rinnovo dell’autorizzazione;

- Presentazione di un programma operativo non inferiore ad un anno con un piano di investimenti, eventualmente suddiviso per settori, di costi presumibili e di prospettive di traffici;

- Presentazione di un contratto assicurativo che garantisca persone e cose da eventuali danni derivanti dall’espletamento delle operazioni portuali per le quali è stata richiesta l’autorizzazione (massimale non inferiore a euro 2.600.000, rivalutato annualmente secondo gli indici ISTAT);

- Organigramma dei dipendenti, comprensivo dei quadri dirigenziali, necessario all’espletamento delle attività programmate;

- Elenco dei mezzi necessari allo svolgimento delle attività programmate, in proprietà, in leasing o in locazione per un periodo non inferiore ad un anno e relative polizze assicurative, targa e/o matricola ed eventuale numero identificativo aziendale.

- Qualsiasi variazione inerente al parco mezzi operativi deve essere comunicata all’Autorità di Sistema che si riserva valutazioni in ordine alla presente autorizzazione.

Le istanze istruite dai competenti uffici, sono sottoposte al Comitato di Gestione secondo le disposizioni di cui agli articoli 8 e 9 della legge 84/94.

SERVIZI PORTUALI

Per ottenere il rilascio dell’autorizzazione allo svolgimento dei servizi portuali, di cui all’art. 16 della legge 84/94, il soggetto richiedente dovrà produrre istanza in carta legale e dimostrare di possedere i requisiti di cui al  Regolamento APG n° 1678 del 12 dicembre 2002 (pdf - 493.1 Kb ).

Sono Servizi Portuali quelli riferiti a prestazioni specialistiche, complementari e accessorie al ciclo delle Operazioni Portuali.

Si elenca di seguito la documentazione necessaria, per presentare istanza:

Rilascio

-Istanza (doc - 36 Kb )  su carta intestata della Società con apposta marca da bollo di € 16,00;

-Autocertificazione societaria(doc - 61.5 Kb )  su carta intestata della società, data timbrata e sottoscritta dal legale rappresentante corredata da documento di identità;

-Modello servizi portuali (pdf - 280.51 Kb ) ;

-Dichiarazione antimafia  (pdf - 212.27 Kb )  (D.P.R. n.445 del 28.12.2000) rilasciata dai soggetti obbligati corredata da copia dei documenti d’identità dei sottoscrittori;

-Dichiarazione sostitutiva di certificazioni (doc - 28.5 Kb ) debitamente compilate riguardanti carichi pendenti, casellario giudiziale da parte di tutti i soggetti aventi cariche societarie e comparenti in Camera di Commercio accompagnate dal documento di identità del dichiarante;

- Capacità organizzativa idonea ad acquisire innovazioni tecnologiche e metodologiche operative nuove per una migliore efficienza e qualità dei servizi;

- Capacità finanziaria attestata dalla presentazione dei bilanci relativi al biennio precedente;

- Tariffario per l’anno cui si riferisce la richiesta di rilascio dell’autorizzazione;

- Presentazione di un contratto assicurativo che garantisca persone e cose da eventuali danni derivanti dall’espletamento dei servizi portuali per i quali è stata richiesta l’autorizzazione (massimale non inferiore a euro 2.600.000, rivalutato annualmente secondo gli indici ISTAT);

- Organigramma dei dipendenti, comprensivo dei quadri dirigenziali, necessario all’espletamento delle attività programmate;

- Elenco dei mezzi necessari allo svolgimento delle attività programmate, in proprietà, in leasing o in locazione per un periodo non inferiore ad un anno e relative polizze assicurative, targa e/o matricola ed eventuale numero identificativo aziendale.
Qualsiasi variazione inerente al parco mezzi operativi deve essere comunicata all’Autorità di Sistema che si riserva valutazioni in ordine alla presente autorizzazione.

- Atto costitutivo e statuto societario, depositati presso la Cancelleria Commerciale del competente Tribunale Civile, in copia autentica. Per le imprese costituite in forma cooperativistica, oltre alla documentazione sin qui indicata, iscrizione nel registro Prefettizio delle Cooperative ovvero nello Schedario Generale delle Cooperative. (art. 7, comma 2, lettera b punto 2 del Regolamento di cui all’oggetto).

- La Società è tenuta a versare una cauzione a garanzia degli obblighi assunti in dipendenza dell’autorizzazione allo svolgimento dei seguenti servizi portuali,regolamentati con decreto 13 dicembre 2002, n°1678.  Clausole obbligatorie Polizza Fidejussoria (doc - 38.5 Kb ).

-Modello I (pdf - 691.03 Kb )  - Scheda di iscrizione al corso formativo sui rischi connessi al lavoro in Porto per ogni lavoratore interessato alle operazioni;

Modello informativa sulla privacy (pdf - 123.7 Kb ) compilato da ogni dipendente di cui sopra unitamente al documento di identità;
Qualsiasi variazione inerente al personale operativo deve essere comunicata all’Autorità di Sistema che si riserva valutazioni in ordine alla presente autorizzazione.

Le istanze istruite dai competenti uffici, sono sottoposte al Comitato di Gestione secondo le disposizioni di cui agli articoli 8 e 9 della legge 84/94.

Rinnovo

-Istanza (doc - 33.5 Kb ) su carta intestata della Società con apposta marca da bollo di € 16,00;

-Autocertificazione societaria(doc - 61.5 Kb ) su carta intestata della società, data timbrata e sottoscritta dal legale rappresentante corredata da documento di identità;

Modello servizi portuali (pdf - 280.51 Kb );

-Dichiarazione antimafia (pdf - 212.27 Kb ) (D.P.R. n.445 del 28.12.2000) rilasciata dai soggetti obbligati corredata da copia dei documenti d’identità dei sottoscrittori;

Dichiarazione sostitutiva di certificazioni  (doc - 28.5 Kb ) debitamente compilate riguardanti carichi pendenti, casellario giudiziale da parte di tutti i soggetti aventi cariche societarie e comparenti in Camera di Commercio accompagnate dal documento di identità del dichiarante;

- Capacità organizzativa idonea ad acquisire innovazioni tecnologiche e metodologiche operative nuove per una migliore efficienza e qualità dei servizi;

- Capacità finanziaria attestata dalla presentazione dei bilanci relativi al biennio precedente;

- Tariffario per l’anno cui si riferisce la richiesta di rinnovo dell’autorizzazione;

- Presentazione di un contratto assicurativo che garantisca persone e cose da eventuali danni derivanti dall’espletamento dei servizi portuali per i quali è stata richiesta l’autorizzazione (massimale non inferiore a euro 2.600.000, rivalutato annualmente secondo gli indici ISTAT);

- Organigramma dei dipendenti, comprensivo dei quadri dirigenziali, necessario all’espletamento delle attività programmate;

- Elenco dei mezzi necessari allo svolgimento delle attività programmate, in proprietà, in leasing o in locazione per un periodo non inferiore ad un anno e relative polizze assicurative, targa e/o matricola ed eventuale numero identificativo aziendale. Qualsiasi variazione inerente al parco mezzi operativi deve essere comunicata all’Autorità di Sistema che si riserva valutazioni in ordine alla presente autorizzazione.

Le istanze istruite dai competenti uffici, sono sottoposte al Comitato di Gestione secondo le disposizioni di cui agli articoli 8 e 9 della legge 84/94.