1 minuto e 42 secondi di lettura

Sestri, sviluppo cantieri: a Wallingford le simulazioni di navigazione

Allo Ship Simulation Centre di HR Wallingford, Regno Unito, sono in corso le simulazioni di navigabilità per verificare in tempo reale l’esecuzione in sicurezza delle manovre di varo e movimentazione delle navi costruite all’interno di quello che sarà il nuovo super bacino di carenaggio nelle aree industriali di Genova Sestri Ponente.

L’approfondito studio in esecuzione presso l’autorevole UK Ship Simulation Centre è necessario per confermare l’adeguatezza del layout di progetto che andrà a riconfigurare l’accessibilità e la navigazione all’interno degli specchi acquei dedicati alla cantieristica navale di Genova Sestri Ponente.
L’intervento consentirà l'espansione delle aree industriali e la realizzazione di un nuovo super bacino da 440 metri che permetterà anche la costruzione di navi di grandi dimensioni.

Le 27 prove condotte in questi giorni, simulano in tempo reale le manovre di navigazione che verranno eseguite con due tipologie di navi, rispettivamente da 380 e 315 metri, in varie condizioni di vento, onde e corrente, in ingresso e uscita dai bacini ridisegnati dagli interventi in corso.
Sono state prese in considerazione anche le eventuali manovre in situazioni di emergenza che richiedano il rientro delle navi di progetto nel bacino di carenaggio e presso le banchine di allestimento, dopo l’esecuzione delle prove in mare.

Guarda la video intervista con le simulazioni in corso.

Nel frattempo, procede anche l’iter autorizzativo. È stato approvato con prescrizioni dal Comune di Genova il piano di caratterizzazione ambientale presentato da AdSP, a seguito del parere favorevole espresso dalla Conferenza dei servizi. Il procedimento riguarda il nuovo piazzale industriale e il nuovo bacino di carenaggio, per una superficie di circa 70 mila metri quadrati. Il progetto di riconfigurazione dell’area prevede lo scavo e la rimozione di circa 175 mila metri cubi di materiale, prevalentemente sedimento marino, che sarà oggetto di sondaggi, carotaggi e analisi dei materiali. Il piano prevede anche il monitoraggio delle acque sotterranee.

La verifica e ottemperanza delle norme per garantire la sicurezza della navigazione e dei luoghi di lavoro, oltre alla tutela dell’ambientale è alla base dello sviluppo sostenibile delle attività portuali industriali.

Tag:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin
Articoli correlati: