Statistiche

I Ports of Genoa (Genova, Pra’, Savona e Vado Ligure) si riconfermano anche nell’anno 2018 quale prima realtà italiana in termini di volumi movimentati, diversificazione produttiva e valore economico. Il 2018 ha registrato tragici eventi che hanno fortemente penalizzato il sistema portuale di Genova e Savona. Ad Agosto 2018 il crollo del Ponte Morandi ha impattato sul nodo logistico genovese, mentre a fine Ottobre l’eccezionale intensità del fortunale registrato a Savona ha provocato danni alle infrastrutture portuali. Nonostante questi eventi negativi, le movimentazioni hanno comunque registrato un lieve incremento rispetto ai livelli record registrati nel 2017, dimostrando la centralità dei Ports of Genoa nei nuovi scenari dello shipping, caratterizzati da concentrazioni e razionalizzazione dei servizi: 70,4 milioni di tonnellate di merce di ogni tipo (+1,7%) e 4,3 milioni di passeggeri (+1,6%), portati dalle oltre 9,000 navi che hanno fatto scalo nei quattro bacini.

Nonostante il rallentamento della crescita nei traffici containerizzati, imputabile principalmente agli eventi precedentemente evidenziati, il settore dei container ha chiuso il 2018 a quasi 2,7 milioni di TEU consolidando il ruolo del sistema portuale del Mar Ligure Occidentale quale principale gateway italiano e mediterraneo. A conferma del ruolo di porto di imbarco e sbarco per le industrie ed i mercati del Nord Italia e del Sud Europa; la quota di transhipment del sistema portuale del Mar ligure occidentale rimane limitata, attestandosi a circa il 13% del totale movimentato.

Di assoluto rilievo il risultato dei traffici Ro-Ro, che hanno superato i 13 milioni di tonnellate (+5,9%), grazie alla costante crescita dei servizi di Autostrade del Mare ai terminal di Genova e Savona. Il 2018 ha inoltre registrato un risultato positivo per il comparto delle merci varie che sono cresciute di circa il 15% totalizzando 6 milioni di tonnellate.

Molto consistenti anche i traffici di rinfuse. La componente prevalente delle rinfuse liquide è costituita dalle importazioni di oli minerali che nel 2018 si è attestata ad un valore superiore a 21,4 milioni di tonnellate. Il comparto delle rinfuse solide ha fatto registrare una crescita del 12,0% a livello complessivo, con movimentazioni attestate su 3,4 milioni di tonnellate. Nonostante il segmento delle rinfuse agricole abbia mostrato una flessione, i terminal specializzati nella movimentazione di cereali e sfarinati hanno registrato un incremento di traffico superiore al 20%, raggiungendo una movimentazione di oltre 530.000 tonnellate di merce e confermando i Ports of Genoa come punto di riferimento per le industrie di trasformazione del Nord Ovest. Un notevole impulso al settore è venuto dalle importazioni di materiali da costruzione, destinati anche allo sviluppo in corso delle opere portuali: i volumi sbarcati hanno raggiunto 1,2 milioni di tonnellate.

L’attività del settore passeggeri è particolarmente importante, sia per quanto riguarda le crociere che i traghetti per le varie destinazioni del Mediterraneo: nel 2018 circa 4,3 milioni di persone sono transitate attraverso le banchine degli scali.

Le crociere hanno portato a Genova e Savona oltre 1,8 milioni di passeggeri, collocando gli scali al secondo posto nella graduatoria nazionale dei porti crocieristici e ai vertici nel Mediterraneo. Grazie alla posizione favorevole rispetto ai bacini di utenza del Nord Italia e dell’Europa Centrale e ai terminal all’avanguardia per la gestione delle operazioni di imbarco e sbarco di passeggeri e bagagli, le maggiori compagnie di navigazione hanno scelto Genova e Savona come proprio homeport per gli itinerari nel Mediterraneo Occidentale. I due porti sono sempre più richiesti anche come scalo di destinazione, per le tante opportunità offerte ai turisti: per visite alle storiche e affascinanti città di Genova e Savona o per escursioni sulle rinomate Riviere liguri.

La funzione di hub internazionale per i passeggeri si completa con l’attività dei traghetti che movimentano oltre 2,4 milioni di unità. Tramite servizi regolari durante tutto l’arco dell’anno, i traghetti collegano i porti di Genova, Savona e Vado Ligure alle maggiori isole del Mediterraneo, alla Spagna ed al Nord Africa.

Statistiche Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale

Documenti
    • Anno 2018
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
    • Anno 2017
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
    Scarica tutti gli allegatiMassimo 10 file, 10 MB : xls 
    pdf, doc, xls, rtf, zip, i formati disponibili per lo zip
 

Statistiche porti di Savona Vado

Documenti

Statistiche porti di Genova e Pra'
Per approfondire