Ports of Genoa

Please publish modules in offcanvas position.

Please publish modules in offcanvas position.

Statistiche

traffico_porti_2016.png

I porti di Genova, Prà, Savona e Vado nel 2016 hanno movimentato complessivamente oltre 62 milioni di tonnellate di merce di ogni tipo e 4 milioni di passeggeri, portati dalle 8.865 navi che hanno fatto scalo nei quattro bacini.

La quota principale di traffico (36,3%, pari a 23,2 milioni di tonnellate) è costituita dalle merci containerizzate. Grazie ad un trend in costante crescita, le movimentazioni di container, provenienti da tutto il mondo, hanno superato nel 206 i 2,3 milioni. Si tratta in prevalenza di traffico gateway, in quanto i porti sono il punto di imbarco e sbarco per le industrie ed i mercati del Nord Italia e del Sud Europa. La quota di transhipment è molto limitata, attorno al 10%. I flussi di traffico vedono una leggera prevalenza delle esportazioni, che ammontano al 57% dei volumi in transito, contro il 43% delle importazioni.
Di grande importanza per il valore dei traffici è il comparto delle merci convenzionali (20,8% pari a 12 milioni di tonnellate) articolato in variegate componenti: traffici Ro-Ro (autoveicoli e automezzi nuovi e autostrade del mare per camion e trailer), prodotti forestali, frutta, acciai.
Molto consistenti anche i traffici di rinfuse, soprattutto in importazione (90% del totale), destinati al rifornimento di materie prime e prodotti energetici le industrie del Nord Italia. I prodotti petroliferi, tra petrolio greggio e prodotti raffinati) ammontano al 35% del totale (22,6 milioni di tonnellate). Le rinfuse solide (carbone, minerali, rinfuse bianche e cereali) coprono invece l’8% dei traffici, superando i 5 milioni di tonnellate.

Le percentuali dei grafici a torta rapperesentano i numeri delle merci espresse in tonnellate:

Import/export 2015
Import/export 2016
Import 2016
Export 2016

L’attività del settore passeggeri è particolarmente importante, sia per quanto riguarda le crociere che i traghetti per le varie destinazioni del Mediterraneo: nel 2016 oltre 4,3 milioni di persone sono transitate attraverso le banchine degli scali.

Traffico passeggeri (pax)

Le navi da crociera scalano i porti di Genova e Savona, che insieme rappresentano il terzo polo crocieristico nel bacino del Mediterraneo, con un traffico complessivo nel 2016 di oltre 1,9 milioni di passeggeri. Grazie alla posizione favorevole rispetto ai bacini di utenza del Nord Italia e dell’Europa Centrale e ai terminal all’avanguardia per la gestione delle operazioni di imbarco e sbarco di turisti e bagagli, le maggiori compagnie di navigazione hanno scelto Genova e Savona come proprio homeport per gli itinerari nel Mediterraneo Occidentale.
I due porti sono sempre più richiesti anche come scalo di destinazione, per le tante opportunità offerte ai turisti: dagli affascinanti percorsi attraverso la storia e l’arte nei centri storici di Genova e Savona, ai comodi tour lungo le due Riviere verso famose località come Monte Carlo e Portofino, oppure visite tra arte e shopping alle grandi città del Nord Italia, come Milano e Torino. La componente “homeport” rappresenta il 64% del traffico crocieristico totale, mentre la componente di transito copre oggi il 36%.
Tramite servizi regolari durante tutto l’arco dell’anno, i traghetti collegano i porti di Genova, Savona e Vado Ligure alle maggiori isole del Mediterraneo (con una prevalenza di traffico estivo), al Nord Africa ed alla Spagna: nel 2016 i passeggeri imbarcati e sbarcati nei porti hanno superato i 2,4 milioni.

Per approfondire
    • 2017
      • Dati relativi al mese di Novembre 2017
         
         
         
         

Statistiche Autorità portuale di Genova

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.