Accordo Italia-Svizzera. Rafforzati i collegamenti Genova - Europa

Smart terminal e Sdoganamento in mare al via nel porto di Genova

Alla vigilia dell'inaugurazione della galleria di base del Ceneri e della celebrazione del completamento di Alptransit, la ministra Paola de Micheli e la presidente della Confederazione Svizzera Simonetta Sommaruga hanno siglato un accordo bilaterale per l'ampliamento della linea ferroviaria del Sempione

Gli interventi infrastrutturali sono finanziati per 134,50 milioni di euro dal Consiglio federale svizzero e dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per 103 milioni di euro.

Nell’odierno post della ministra De Michelis si legge “L'Accordo Bilaterale Italia-Svizzera, firmato oggi con la consigliera Federale Sommaruga, permetterà al porto di Genova di essere collegato con tutto il resto d’Europa con mezzi più capienti e tempi di percorrenza più competitivi. Rafforziamo il nostro sistema portuale e trasportistico, mettendo un altro tassello nell’idea di Paese intermodale che ci siamo prefissati all’inizio del mandato.”

Il presidente AdSP, Paolo Emilio Signorini: “Dopo l’inaugurazione del Monte Ceneri, con il completamento del Terzo Valico il Corridoio Reno Alpi vedrà ultimata la ferrovia pianeggiante da Genova a Rotterdam, risultato unico in Europa. Il porto di Genova diventerà la vera porta di accesso ferroviario da Sud al continente, con indiscutibili vantaggi ambientali ed economici.”

Per approfondire:

  • Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica Italiana per lo sviluppo delle infrastrutture della rete ferroviaria di collegamento tra la Svizzera e l’Italia sull’asse del Lötschberg-Sempione (pdf - 2.86 Mb )
  • Scheda informativa “Accordo Svizzera – Italia sull'ampliamento del corridoio ferroviario di 4 metri sull'asse Lötschberg-Sempione” (pdf - 116.89 Kb )
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin