Aggiudicati interventi per 200 milioni di euro nel 2020

Aggiudicati interventi per 200 milioni di euro nel 2020

Prosegue il piano di rafforzamento dei Ports of Genoa. Nel 2020 l’Autorità di Sistema Portuale ha aggiudicato interventi per quasi 200 milioni di euro

Nel corso del 2020 oltre al Programma Straordinario per il rilancio del porto di Genova è proseguita anche l’attuazione degli interventi del Programma Ordinario, con l’aggiudicazione di lavori per oltre 37 milioni di euro complessivi sui quattro bacini del comprensorio.

In particolare, è stato avviato oltre il 90% degli interventi previsti per ripristinare le strutture portuali e il litorale danneggiati dai disastrosi eventi meteomarini dell’ultimo biennio, per un importo di oltre 16 milioni di lavori. Significativi anche gli interventi per la manutenzione dei quattro porti, il ripristino di Calata Zingari a Genova, il potenziamento dei varchi di Vado e per il miglioramento degli impianti di illuminazione nei porti di Savona e Vado Ligure.

Per quanto riguarda il Programma Straordinario nel solo anno 2020 l’importo delle aggiudicazioni ha superato i 155 milioni, corrispondenti ad oltre l’80% delle previsioni a bilancio. Inoltre, nella prima decade di dicembre è stato sottoscritto l’Atto di sottomissione tra AdSP e l'RTI fra Vitali S.p.A. e Roncello Capital S.r.l.A per il recupero e la valorizzazione di Hennebique che consente l’avvio delle fasi di progettazione definitiva e dell’esecuzione dei lavori per un investimento complessivo ad oggi valutato in 128,7 milioni di euro.

Particolarmente rilevanti gli affidamenti giunti in chiusura dell’anno 2020, riguardanti la messa in sicurezza delle aree portuali industriali di Sestri Ponente (prima fase), la costruzione della nuova torre piloti del porto, l’ampliamento dell’aerostazione del Cristoforo Colombo e il servizio di verifica del PFTE Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica della nuova diga foranea.

Nel corso del 2021 è previsto il completamento dell’affidamento delle opere del Programma Straordinario nel suo complesso per un totale di oltre 2 miliardi di euro.

Nel rispetto del diritto dell’Unione Europea, la riduzione dei tempi di aggiudicazione si coniuga con l’applicazione scrupolosa delle norme in materia di salute, ambiente, sicurezza delle costruzioni, nonché di controlli antimafia.

In particolare, le tempistiche delle procedure di affidamento dei lavori attraverso la pubblicazione di manifestazioni di interesse sono di circa 40 giorni, contro gli oltre cinque mesi normalmente impiegati in caso di procedure ordinarie.

Per approfondimenti, visitare la sezione dedicata alla geolocalizzazione degli interventi infrastrutturali: Geolocalizzazione interventi strutturali >

Scarica la nota stampa >

Tag:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin